APP mobile per ridurre gli errori dei farmaci

Recentemente è stata fatta una sperimentazione clinica randomizzata sull’effetto di un’app mobile sugli errori dei farmaci preospedalieri durante la rianimazione pediatrica simulata in Svizzera. Riportiamo di seguito una sintesi di questo studio.

Domanda   L’uso di un’app mobile basata sull’evidenza, progettata su misura, comporta una riduzione dei tassi di errori terapeutici pediatrici rispetto ai metodi di preparazione convenzionali nelle cure di emergenza preospedaliera?

Risultati   In questo studio clinico multicentrico, basato sulla simulazione e randomizzato comprendente 150 paramedici avanzati in 14 centri di servizi medici di emergenza e 600 preparazioni di farmaci, la percentuale di errori terapeutici commessi durante la preparazione sequenziale di 4 farmaci di emergenza per via endovenosa in contesti preospedalieri è stata significativamente ridotta con l’uso dell’app in termini assoluti del 66,5%.

Significato   Le app mobili dedicate hanno il potenziale per cambiare le pratiche nella medicina d’urgenza preospedaliera e per migliorare la qualità delle cure nelle popolazioni pediatriche diminuendo il tasso di errori terapeutici.

Importanza Gli   errori terapeutici sono una delle principali cause di lesioni e danni evitabili, che colpiscono milioni di persone in tutto il mondo ogni anno. I bambini sono particolarmente suscettibili agli errori terapeutici, ma mancano interventi innovativi per la prevenzione di questi errori nelle cure di emergenza preospedaliera.

Obiettivo   Valutare l’efficacia di un’app mobile basata sull’evidenza nel ridurre il verificarsi di errori terapeutici rispetto ai metodi di preparazione convenzionali durante scenari simulati di arresto cardiaco pediatrico extraospedaliero.

Progettazione, impostazione e partecipanti   Questo studio clinico nazionale, in aperto, multicentrico e randomizzato è stato condotto presso 14 centri di servizi medici di emergenza in Svizzera dal 3 settembre 2019 al 21 gennaio 2020. I partecipanti erano 150 paramedici avanzati con autonomia nella preparazione dei farmaci . Ogni partecipante è stato esposto a uno scenario di rianimazione cardiopolmonare pediatrico extraospedaliero, standardizzato, completamente videoregistrato e realistico di 20 minuti riguardante un bambino di 18 mesi. I partecipanti sono stati testati su preparazioni sequenziali di 4 farmaci di emergenza per via endovenosa di vari gradi di difficoltà di preparazione (adrenalina, midazolam, destrosio al 10% e bicarbonato di sodio).

Intervento I   partecipanti sono stati randomizzati (rapporto 1:1) al supporto di un’app progettata per assistere con la preparazione del farmaco pediatrico (intervento; n = 74) o per seguire i metodi convenzionali di preparazione del farmaco senza assistenza (controllo; n = 76).

Principali risultati e misure   L’esito primario era il tasso di errori terapeutici, definito come un fallimento nella preparazione del farmaco secondo criteri predefiniti basati sul consenso degli esperti. Sono stati utilizzati modelli di regressione logistica con effetti misti per valutare l’effetto dell’app sui risultati binari. Gli esiti secondari includevano i tempi di preparazione e consegna del farmaco, valutati con modelli di regressione lineare con effetti misti.

Risultati   In totale, 150 paramedici avanzati (età media [DS], 35,6 [7,2] anni; 101 uomini [67,3%]; tempo medio [DS] dalla certificazione paramedico, 8,0 [6,2] anni) hanno partecipato allo studio e hanno completato 600 farmaci preparativi. Dei 304 preparati consegnati con il metodo convenzionale, 191 (62,8%; 95% CI, 57,1%-68,3%) sono stati associati a errori terapeutici rispetto a 17 dei 296 preparati consegnati utilizzando l’app (5,7%; 95% CI, 3,4%- 9,0%). Tenendo conto delle misure ripetute, con l’app, la percentuale di errori terapeutici è diminuita in termini assoluti del 66,5% (95% CI, 32,6%-83,8%; P  <.001), il tempo medio per la preparazione del farmaco è diminuito di 40 secondi ( 95% CI, 23-57 secondi; P  <.001) e il tempo medio per la somministrazione del farmaco è diminuito di 47 secondi (95% CI, 27-66 secondi;P  < .001). Il rischio di errori terapeutici variava tra i farmaci con metodi convenzionali (19,7%-100%) rispetto all’app (4,1%-6,8%).

Conclusioni e rilevanza   Rispetto ai metodi convenzionali, l’uso di un’app mobile ha ridotto significativamente il tasso di errori terapeutici e il tempo di consegna del farmaco per la preparazione di emergenza del farmaco in un ambiente preospedaliero. Le app mobili dedicate hanno il potenziale per migliorare la sicurezza dei farmaci e cambiare le pratiche nella medicina d’urgenza pediatrica.

Gli errori terapeutici colpiscono circa 56.000 bambini trattati dai servizi medici di emergenza (EMS) ogni anno negli Stati Uniti, con molti farmaci somministrati al di fuori dell’intervallo di dosaggio corretto. 1 Inoltre, molti errori probabilmente non vengono segnalati a causa del mancato riconoscimento o della riluttanza a segnalarli. 2 Nel 2017, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha chiesto una riduzione del 50% dei danni gravi ed evitabili associati ai farmaci in tutti i paesi durante i successivi 5 anni. 3 L’assistenza di emergenza è un ambiente ad alto rischio di errori terapeutici, in particolare in situazioni pediatriche critiche, come la rianimazione cardiopolmonare extraospedaliera. 4 In questo contesto, la combinazione di salvaguardie e risorse limitate espone i bambini a un rischio maggiore rispetto agli adulti di errori terapeutici preospedalieri potenzialmente letali. I fattori associati all’aumento del rischio per i bambini comprendono la scarsa esposizione dei paramedici ai bambini gravemente malati, un aumento del carico cognitivo dovuto allo stress emotivo e alla pressione del tempo, e variazioni farmacocinetiche legate all’età specifiche per l’età pediatrica, con la necessità di un individuo , calcolo della dose in base al peso e preparazione del farmaco per ogni bambino. Tra gli altri farmaci, l’adrenalina ha il più alto tasso di somministrazione scorretta della dose, con fino al 68% di preparati contenenti un errore e un sovradosaggio di errore medio dell’808%. Allo stesso modo, uno studio indicava una frequenza di errori terapeutici da parte dei paramedici dal 49% al 63%, con un errore di calcolo come causa primaria.

Sebbene siano stati sviluppati numerosi interventi che coinvolgono la tecnologia dell’informazione per migliorare la sicurezza in ospedale del processo di medicazione, strategie di prevenzione degli errori e la valutazione della loro efficacia nell’area preospedaliera sono scarse. Le app per dispositivi mobili sono sempre più utilizzate per migliorare la qualità dell’assistenza sanitaria e le prestazioni di sicurezza. Tuttavia, la maggior parte delle poche app disponibili nel campo della rianimazione cardiopolmonare ha un valore medico marginale e ha un’usabilità limitata e una scarsa facilità d’uso. Non è noto se queste app migliorino o impediscano effettivamente l’assistenza clinica, soprattutto in pediatria, perché l’efficacia della maggior parte delle app non è stata ben convalidata. Pertanto, la necessità di sviluppare soluzioni per la salute digitale basate sui requisiti e la convalida sistematica con studi clinici è diventata sempre più essenziale. 

Precedenti studi hanno riportato la capacità di un’app medica, PedAMINES (Pediatric Accurate Medication in Emergency Situations), di ridurre significativamente i tassi di errore dei farmaci in ospedale per le infusioni continue e il tempo per la somministrazione del farmaco rispetto ai metodi di preparazione convenzionali durante le simulazioni rianimazione pediatrica. Sebbene esistano somiglianze, l’ambiente preospedaliero è nettamente diverso in molti aspetti. Abbiamo progettato questo studio per valutare l’efficacia di PedAMINES per ridurre gli errori terapeutici pediatrici facilitando la preparazione di farmaci per la somministrazione endovenosa durante l’arresto cardiaco extraospedaliero pediatrico.

Conclusioni

In questo studio clinico randomizzato, sono stati osservati meno errori terapeutici e tempi più brevi per la somministrazione del farmaco per la somministrazione endovenosa diretta di farmaci di emergenza in ambito preospedaliero quando i paramedici hanno utilizzato un’app mobile progettata per aiutare la preparazione dei farmaci pediatrici rispetto ai metodi convenzionali. Poiché gli errori terapeutici potenzialmente dannosi sono frequenti, questo studio suggerisce che le app mobili mediche dedicate hanno il potenziale per migliorare la sicurezza dei farmaci e cambiare la pratica clinica preospedaliera nella medicina d’urgenza pediatrica. Poiché l’interpretazione della prova è limitata dal design basato sulla simulazione, un passo successivo potrebbe essere quello di determinare in studi reali se il tasso ridotto di errori terapeutici e il tempo risparmiato grazie all’uso di questa app si traduca in risultati simili nella pratica clinica.

Fonte: Jama Network
Leggi l’articolo completo

Redazione IARR

Redazione

Redazione - Italian Academy of Rescue and Resuscitation (www.iarr.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.